Ultimo numero del Notiziario

Numero 145 - aprile 2021 - del Notiziario della Banca Popolare di Sondrio

Copertina del numero 145 - aprile 2021

Si presenta con un "abito" fresco e rinnovato il numero 145 - Aprile 2021 del Notiziario, rivista quadrimestrale che la Banca Popolare di Sondrio edita dal 1973.

Prossimo, quindi, al suo cinquantesimo anno di vita e in concomitanza con il centocinquantesimo anniversario della banca (fondata a Sondrio il 4 marzo 1871), il periodico sfoggia un sommario con un parterre di collaboratori assai variegato. Ai loro scritti si affianca il consueto sontuoso corredo iconografico che fa da pendant a luminosi scatti dell'ambiente naturale della provincia di Sondrio (suggestiva, al riguardo, l'immagine in copertina dedicata al timido "risveglio" nella stagione primaverile). Non potendo citare tutti gli estensori per motivi di spazio, e scusandoci con quelli che non potremo nominare, si segnala il documentato scritto dello storico Franco Monteforte che "apre" la rivista e che è incentrato sulle origini della Bps. La parola passa poi a David Beasley, direttore esecutivo del Word Food Programme - premio Nobel per la Pace nel 2020 - che intrattiene sul tema della sicurezza alimentare; segue il filosofo Carlo Sini, con La favola delle api di Mandeville mentre Roberto Ruozi propone una lettura in chiave economica dell'enciclica di Francesco Fratelli tutti. Con L'ho postato su Facebook, Stefano Bartezzaghi, con la verve che lo contraddistingue, ci illustra il mondo dei social, ripreso poi dal sociologo Carlo Bordoni ne L'ambigua qualità delle emozioni pubbliche; e il noto magistrato Antonio La Torre tratta con chiarezza del Diritto tra conservazione e innovazioni. Ampio è poi lo spazio riservato ai temi della biodiversità in relazione al climate change, grazie alle trattazioni degli esperti Genovesi e Boitani, cui si abbina il destino dei ghiacciai nelle parole dello scrittore Enrico Camanni piuttosto che quello delle foreste nell'articolo dello scienziato Giorgio Vacchiano. L'accademico Guglielmo Scaramellini apre invece una parentesi storica sulla fiera di Tirano e sulla sua importanza negli ambiti economico-sociali vallivi.

Argomenti assai diversificati, che lasciano spazio anche alla letteratura, allo sport, alla psicologia, alla società e costume. Leggiamo del premio Nobel 2020 Louise Glück, (Massimo Bacigalupo), della raffinata scrittura di Anna Maria Ortese (Monica Farnetti), della Venezia "decadente" grazie  alla scrittrice Paola Capriolo. Spiccano poi il "progetto" di Dante Alighieri sulla lingua italiana nell'autorevole saggio di Francesco Sabatini, presidente onorario dell'Accademia della Crusca, un altro sulla "magia dei chiostri" milanesi, le vicende del grande Enrico Caruso (Melania G. Mazzucco), e un omaggio a Maradona (Ferdinando Camon). Silvia Vegetti Finzi e Alberto Pellai si soffermano, rispettivamente, sulla maternalità e sulla paternalità ai giorni nostri, mentre Eugenio Borgna scrive con levità in merito alla "mitezza". Interessante poi il raffronto della celebre medievista Chiara Frugoni fra le epidemie "di ieri" e quelle "di oggi". Non va infine dimenticato lo spazio relativo alle cronache aziendali dell'istituto di credito ben riassunte nella rubrica "Fatti di casa nostra".

Un numero tutto da leggere e da gustare che dimostra ancora una volta l'attenzione che la Bps rivolge sia al territorio in cui è nata, sia alla cultura nel senso più autentico del termine.

 
 

Il Notiziario è consultabile on-line oppure tramite le nuove app per iPad e tablet Android.

 
.
.
 
 
iPad è un marchio di Apple Inc. registrato negli Usa e in altri Paesi.
App Store è un servizio registrato di Apple Inc..
Android e Google Play sono marchi di Google Inc..