1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
PopSo | Turismo, cultura e tempo libero - Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa
Scrigno Internet Banking Vai a Scrigno Internet Banking

Menu principale di navigazione

 

I VALTELLINESI NELLA ROMA DEL SEICENTO

Contenuto della pagina

 

Il presidente dell'Amministrazione Provinciale di Sondrio, senatore avvocato Eugenio Tarabini, all'inizio del suo mandato provinciale mi parlo' di una pubblicazione riferita ai valtellinesi che da secoli, trapiantati a Roma, sono andati via via aumentando, fino a costituire una cittadina nella citta' eterna.
La proposta piacque alla Banca Popolare di Sondrio, per cui si convenne di dare il "la'": qui e' l'opera del valtellinese signor Tony Corti, curata con amore e competenza.
Come tutte le cose di questo mondo, puo' essere che il libro - per quanto ponderoso esso sia, e forse proprio perche' e' ponderoso - abbia qualche lacuna; se cosi' fosse, il lettore abbia la benevolenza di ricordare la parabola della pagliuzza e della trave.
La Banca Popolare di Sondrio ha dato ben volentieri il proprio contributo, essendo presente, tra l'altro, nella citta' capitolina con ben sedici filiali, alle quali se ne aggiungeranno altre tre prima di fine anno. Il dispiegarsi di questa ragnatela territoriale e' certamente dovuto al buon nome, non solo della banca, che di valtellinesi romani ne annovera molti tra i propri soci, clienti e amici, ma anche al nome "Valtellina", che Indro Montanelli, parlando dell'Italia in un suo memorabile scritto all'indomani della tragedia del Coppetto, titolo' "Fosse tutta Valtellina".
L'espansione della banca e' anche quella demografica dei valtellinesi, che evidentemente trovano nella capitale un terreno fertile per il lavoro e la vita.
La Banca Popolare di Sondrio e' quindi lieta di inserire nella sua piccola storia culturale il presente volume, che evidenzia l'apporto di migliaia di convalligiani che laboriosamente e perspicacemente contribuirono negli anni del XVII secolo a mantenere a Roma il ruolo di capitale del mondo.

Sondrio, settembre 2000

Piero Melazzini
Presidente della Banca Popolare di Sondrio

A B

I VALTELLINESI NELLA ROMA DEL SEICENTO

Autore: TONY CORTI

Anno: 2000

335 P.

 

Presentazione   di Eugenio Tarabini

P. 5/5

Presentazione   di Piero Melazzini

P. 6/6

Introduzione   di Tony Corti

P. 7/7

Ringraziamenti  

P. 8/10

La Valtellina nel Seicento  

P. 11/29

Nella prima dominazione grigione  

P. 13/17

L'insurrezione della Valtellina  

P. 17/18

Il Sacco di Sondrio  

P. 18/19

Il Sacco di Bormio, Sondalo, Grosio e Grosotto  

P. 19/20

La battaglia di Tirano  

P. 20/21

Il Trattato di Madrid  

P. 21/22

Le milizie dello Stato Pontificio in Valle  

P. 22/22

L'invasione dei Francesi  

P. 22/23

La repubblica di Valtellina  

P. 23/23

La peste del 1629 in Valchiavenna e in Valtellina  

P. 23/24

Il Sacco di Morbegno  

P. 24/25

Il Capitolato di Milano  

P. 25/25

La seconda dominazione grigione  

P. 26/26

Le terribilita' in Valle  

P. 27/28

In conclusione  

P. 28/29

L'emigrazione Valtellinese e Valchiavennasca nel XVII Secolo  

P. 31/35

I motivi per una grande emigrazione  

P. 33/34

I sodalizi degli emigranti  

P. 34/34

Le arti e i mestieri praticati  

P. 35/35

Le correnti migratorie  

P. 35/35

Il viaggio a Roma  

P. 37/44

La partenza  

P. 39/40

L'itinerario  

P. 40/42

I problemi e le peripezie  

P. 42/43

Alle porte di Roma  

P. 43/44

I Valtellinesi e l'Arciconfraternita dei SS. Ambrogio e Carlo Della Nazione Lombarda in Roma  

P. 45/84

La Confraternita dei Lombardi  

P. 47/47

Beneficiari e benefattori valtellinesi dell'Arciconfraternita  

P. 47/74

Morire a 19 anni  

P. 74/82

Consuntivo sui Valtellinesi e il sodalizio dei Lombardi  

P. 82/84

I convalligiani di S. Maria di Loreto in Roma  

P. 85/100

L'Arciconfraternita, la Chiesa e il suo Ospedale  

P. 87/89

Confratelli Valtellinesi  

P. 90/94

Consorelle Valtellinesi  

P. 94/95

Doti assegnate a figlie di Valtellinesi  

P. 95/100

I Valtellinesi di S. Rocco a Ripetta  

P. 101/158

Un dato sorprendente  

P. 103/103

La Compagnia di S. Rocco  

P. 103/105

I primi Valtellinesi del '600 nel sodalizio  

P. 105/114

Un'iniziativa d'avanguardia: le Celate  

P. 114/116

Altri Valtellinesi nella prima meta' del secolo  

P. 117/118

Convalligiani di S. Rocco a Ripetta nella seconda meta' del secolo  

P. 118/140

Fratelli e Sorelle Valtellinesi nella Compagnia  

P. 140/143

Tanti altri Valtellinesi delle Corporazioni di Arti e Mestieri  

P. 143/158

La Compagnia di S. Giacomo in Borgo e i nostri convalligiani  

P. 159/164

L'Arciconfraternita del SS. Corpo di Cristo  

P. 161/162

Valtellinesi del sodalizio  

P. 162/163

Il benefattore Giovan Antonio Panichetti  

P. 163/164

I Valtellinesi della Consolazione  

P. 165/188

La Compagnia di S. Maria della Consolazione e il suo Ospedale  

P. 167/169

La peste del 1656  

P. 169/172

Feriti e colpiti dalla malaria  

P. 172/176

Altri Valtellinesi feriti e vittime della malaria  

P. 176/181

Ancora Valtellinesi feriti  

P. 181/184

L'ultimo decennio del secolo  

P. 184/187

Arti e mestieri dei nostri  

P. 187/188

I Valtellinesi del S. Giovanni  

P. 189/210

La Compagnia del Salvatore  

P. 191/193

Il S. Giovanni in Laterano e i suoi primi Valtellinesi  

P. 193/199

La vendita del Colosseo  

P. 199/204

Lavoratori Valtellinesi di fine secolo  

P. 204/209

Arti e mestieri di nostri convalligiani  

P. 209/210

I Valtellinesi del S. Giacomo  

P. 211/228

La Compagnia di S. Maria del Popolo, il S. Giacomo e il Mal Francese  

P. 213/216

Presenze Valtellinesi nella prima meta' del secolo  

P. 216/218

Una cura mirabolante  

P. 218/224

I convalligiani della seconda meta' del secolo  

P. 225/228

I Valtellinesi di Ponte Sisto  

P. 229/243

Il San Sisto vecchio e quello nuovo  

P. 231/234

Vendere inchiostro a Roma per tutta la vita  

P. 234/236

Valtellinesi al San Sisto  

P. 236/238

Licenza di accattare  

P. 238/240

I convalligiani dell'Ospizio Apostolico  

P. 240/243

"Fachini dalla Voltolina"  

P. 245/304

Forti, lavoratori e onesti  

P. 247/248

Valtellinesi della Dogana di Terra  

P. 248/260

Valtellinesi della Dogana di Campo dei Fiori  

P. 260/298

Botte da orbi  

P. 298/300

Investigazioni del Tribunale Criminale  

P. 300/301

"Imbriaco et bastonatore"  

P. 301/302

Molestie a una gallina  

P. 302/303

Un monumento ai Facchini  

P. 303/304

Fonti e bibliografia  

P. 305/327

Abbreviazioni fondi archivistici  

P. 307/307

Fondi archivistici  

P. 307/319

Note e bibliografia  

P. 321/327

Indice  

P. 329/334

Edizione sfogliabile

Edizione sfogliabile Copertina edizione